Parlano di noi

Il Veneto produce tanti debiti: tutta colpa delle tasse

Il Veneto laborioso è quello che in Italia produce più debiti. È questa la fotografia scattata dall’Osservatorio Prodeitalia attraverso l’analisi dei dati relativi a quanti si sono rivolti all’associazione Csi-Kronos. Tra le cause principali l’elevata pressione fiscale.

Bimag ne parla con Elena Zamuner, coordinatrice nazionale del Progetto Prodeitalia.

Avvocato Zamuner, chi si indebita in Italia?

Elena Zamuner, coordinatrice nazionale del Progetto Prodeitalia sui debiti

«La regione più indebitata è sicuramente il Veneto. Per quanto riguarda le categorie, in base ai dati delle richieste di aiuto pervenute al team del Progetto Prodeitalia si tratta di imprenditori per il 52 per cento, mentre il restante 48 per cento è costituito da liberi professionisti, dipendenti e disoccupati. Il profilo dell’imprenditore che si indebita è prevalentemente uomo, tra i 30 e i 70 anni, con un livello di istruzione di licenza superiore. Nel Lazio e nella capitale, l’età si abbassa a 45 anni ma cambia anche l’identikit: qui i sovraindebitati sono soprattutto dipendenti della pubblica amministrazione, pensionati e disoccupati».

Cosa prevedete per il 2017?

«Purtroppo ancora niente di buono e risolutivo. La nostra indagine mostra che il 49 per cento degli imprenditori è indebitato per circa 80 mila euro: al Nord Italia si toccano punte di oltre 200 mila euro e che i casi di sovraindebitamento sono circa il 60 per cento. È una situazione che non accenna a migliorare, semmai purtroppo viene nascosta per paura, vergogna o scarsa abitudine al debito. Effetto questo rischiosissimo perché chi nasconde il problema tende anche a non affrontarlo».

Quali sono le ragioni che spingono l’imprenditore ad accumulare debiti?

Tra le cause di indebitamento delle imprese l’elevata tassazione

«Avvisi di accertamento da parte dell’Agenzia delle entrate così come il tentativo di finanziare piccole imprese familiari, ricorrendo a prestiti di istituti bancari o finanziarie. Un’altra causa è l’elevata pressione fiscale che incombe sull’attività imprenditoriale. Sono queste le principali ragioni di sovraindebitamento per gli imprenditori italiani. Almeno è quanto ci è stato rivelato dall’indagine dell’Osservatorio Prodeitalia attraverso l’analisi dei dati relativi agli assistiti che si sono rivolti all’associazione Csi-Kronos che, con il progetto Prodeitalia, ha riunito una squadra di professionisti (avvocati, commercialisti, consulenti del lavoro) presenti in tutta Italia. È un’analisi non scientifica e con un campione purtroppo non ancora rappresentativo, ma sicuramente è un dato utile».

Qual è la soluzione per uscire dal tunnel dell’indebitamento?

«La legge numero 3 del 27 gennaio 2012 stabilisce le “disposizioni in materia di usura e di estorsione, nonché di composizione delle crisi da sovraindebitamento”. La legge ribattezzata legge “salva-suicidi”, è nata per sostenere i debitori che si trovano in difficoltà nella restituzione delle somme dovute, proteggendoli dalla caduta nella tela dello sfruttamento usuraio. Anche questa legge è sicuramente migliorabile e presenta dei limiti, ma è il primo reale strumento messo a disposizione dal legislatore. Per questo ci siamo impegnati a comunicarne l’utilità e, in generale, a farne conoscere l’esistenza con il Progetto Prodeitalia».


All Rights Reserved © 2015 Prodeitalia - Prodeitalia è un progetto promosso dall'Associazione CSI Kronos con sede legale in Lungomare P. Toscanelli, 54 - 00122 - Roma - Cod. Fisc. 97845040589